Devono considerarsi merceologicamente affini tisane e prodotti dietetici da un lato e cosmetici dall’altro

La Cassazione Civile, con la sentenza n. 3639 del 13 febbraio 2009, ha cassato la precedente sentenza di merito che aveva escluso l’affinità fra prodotti cosmetici contrassegnati dal marchio “Venus” e tisane e prodotti dietetici contrassegnati dal successivo marchio “Venus IV”.Sostiene, infatti, la Corte che in tema di contraffazione di marchi, posto che devono considerarsi affini non solo i prodotti idonei a soddisfare gli stessi bisogni, ma anche quelli che – per la loro intrinseca natura – possono indurre i consumatori a ritenere che gli stessi provengano da una medesima fonte produttiva, in relazione anche alla normale e prevedibile capacità espansiva dell’attività imprenditoriale, non rilevando, invace, la classe merceologica di registrazione, risultano affini le tisane ed i prodotti dietetici da un lato ed i cosmetici dall’altro. Si tratta, infatti, di articoli indirizzati ai medesimi consumatori, per lo più donne, offerti in vendita in esercizi commerciali assimilabili, quali ad esempio erboristerie, farmacie, parafarmacie, profumerie, negozi di prodotti naturali e specificamente finalizzati alla cura del corpo.

Fonte: Foro it. 2009, 4, 1037