Corte Europea di Giustizia: eBay responsabile per la vendita di prodotti contraffatti

Con la sentenza del 12 luglio 2011, procedimento C-324/09, la Corte di Giustizia Europea si è trovata a decidere su una causa instaurata dal gruppo L’Oréal nei confronti della eBay International AG e altri per la vendita, tramite il mercato online gestito da eBay riconducibile al sito www.ebay.co.uk, di numerosi articoli di profumeria che rappresentavano contraffazioni di prodotti di marca della L’Oréal.La tesi sostenuta dalla L’Oréal si riassume nella affermazione che la eBay è responsabile dell’uso dei marchi della L’Oréal per effetto della possibilità di visualizzare questi ultimi sul suo sito, nonché per la possibilità di visualizzare sul sito di gestori di motori di ricerca, quali Google, links sponsorizzati attivati mediante l’impiego di parole chiave corrispondenti a detti marchi. La Corte di Giustizia ha statuito in merito che la eBay può essere ritenuta responsabile della vendita di prodotti contraffatti sulla sua piattaforma se non agisce prontamente per ritirare le offerte o per renderle inaccessibili sul sito e che “gli organi nazionali competenti in materia di tutela dei diritti di Proprietà Intellettuale possono ingiungere al gestore di un mercato online di adottare provvedimenti che contribuiscano non solo a fare cessare le violazioni di tali diritti ad opera degli utenti di detto mercato, ma anche a prevenire nuove violazioni della stessa natura”.

Fonte: www.altalex.com