La Corte di Giustizia dice no alla istituzione del Tribunale Europeo dei brevetti

Bruxelles, 8 marzo: La Corte di Giustizia Europea ha dichiarato oggi che l’istituzione di un Tribunale  dei brevetti europeo e comunitario  è incompatibile con il Trattato dell’Unione.Nel giugno 2009 era stato chiesto, infatti, alla Corte di Giustizia di esprimere il proprio parere sulla proposta, avanzata dal Consiglio Ue, di istituire il Tribunale dei brevetti europeo e comunitario. Tale organo, come previsto dal progetto, consisterebbe in un Tribunale di primo grado (con una divisione centrale e divisioni locali e regionali nei vari Stati) ed una Corte d’Appello ed avrebbe competenza esclusiva per i procedimenti sui brevetti europei rilasciati dall “European Patent Office” e per la protezione del brevetto unitario mentre la Corte Europea manterrebbe la propria competenza in caso di dubbi sull’intepretazione dei diritto comunitario.

Oggi è arrivata da parte della Corte di Giustizia la sentenza negativa sull’incompatibilità con il Trattato di Lisbona. Secondo i giudici di Lussemburgo, in particolare, il Tribunale dei brevetti europeo e comunitario è “un’istituzione che si situa al di fuori della cornice istituzionale e giurisdizionale dell’Unione”. Tale decisione rende ora necessaria la ricerca di una valida alternativa per la tutela dei brevetti a livello europeo.

Fonte: www.vcoazzurranews.tv