Internet:nasce il dominio “.post” riservato al settore postale mondiale

L’11 dicembre 2009, dopo lunghe trattative in merito, ICANN, l’Organizzazione internazionale che assegna e coordina gli indirizzi Internet a livello mondiale, e UPU, l’Unione Postale Universale, Agenzia Specializzata delle Nazioni Unite per la cooperazione e lo sviluppo nel settore postale, hanno firmato a Ginevra un Accordo per la creazione del dominio di primo livello “.post” riservato ai gestori di servizi postali. L’Accordo assegna la gestione del dominio “.post” alla stessa UPU, mentre parte della sicurezza dei servizi postali elettronici viene affidata direttamente a Poste Italiane che, come ha spiegato il suo Amministratore delegato e Direttore generale Massimo Sarmi, “farà in modo che il dominio “.post” sia un dominio sicuro sotto il profilo delle minacce e degli attacchi che ogni giorno su Internet si fanno più frequenti”.

Il dominio “.post”, riservato alle sole società che offrono servizi postali, potrà essere utilizzato per lo sviluppo su scala mondiale di nuovi prodotti e servizi elettronici postali, tra i quali spiccano la “raccomandata elettronica” e le varie implementazioni della posta elettronica certificata. Il Direttore generale dell’UPU Edouard Dayan ha affermato che con il dominio “.post” sarà possibile “un legame tra indirizzi elettronici e fisici, facilitando l’identità giuridica di una persona per via elettronica. Il dominio “.post” consentirà inoltre all’UPU di creare uno spazio mondiale senza frontiere dove la comunicazione personale e commerciale sarà possibile in un ambiente protetto”. E proprio sul fronte della sicurezza, Poste Italiane svolgerà un ruolo chiave: “Si garantirà su base volontaria questo flusso di comunicazioni sicure interoperabile in tutto il mondo. Sarà sviluppato da Poste Italiane a vantaggio di tutto il mondo”, ha aggiunto Massimo Sarmi evocando le numerose possibilità aperte da un canale di comunicazione sicuro nel settore dell’e-business, dell’e-commerce e dell’e-government.

Il dominio “.post” sarà online a partire dalla seconda metà del 2010 e sarà l’UPU a determinare chi e come potrà ottenere il dominio in questione. In questo modo i clienti saranno certi di ricevere comunicazioni da una fonte sicura e certificata.