Pubblicità on-line: la sentenza “Adwords” sul keyword advertising

Il motore di ricerca Google gestisce un servizio di posizionamento a pagamento denominato “Adwords”: tale servizio permette all’inserzionista di selezionare una o più parole chiave che consentono di far apparire fra i risultati di una ricerca comprendente tali termini, anche i link pubblicitari che rimandano verso il proprio sito web. Continua

La G.R.H. S.p.A., oggi Gambero Rosso Holding S.p.A., titolare del noto marchio “Gambero Rosso”, ottiene il risarcimento dei danni subiti a causa della pubblicazione della guida gastronomica “Il Gambero Rozzo” da parte della Newton & Compton Editori s.r.l.

La società G.R.H. S.p.A., oggi Gambero Rosso Holding S.p.A., è un gruppo editoriale multimediale specializzato nel settore dell’enogastronomia, del turismo e del tempo libero, che opera da anni con notevole successo sul mercato nazionale ed internazionale sia delle pubblicazioni cartacee (con libri, annuari, periodici, guide e riviste), sia in quello televisivo (attraverso il primo canale televisivo tematico italiano “Gambero Rosso Channel”, dedicato ai temi del vino e della gastronomia) che in quello di Internet, con il Portale sotto il nome di dominio “gamberorosso.it”. Continua

Corte di Giustizia Europea: il mattoncino della Lego non è registrabile come marchio comunitario

Con sentenza della Corte di Giustizia Europea del 14 settembre 2010, si conclude la vicenda processuale avente ad oggetto la pretesa della Lego Juris A/S di ottenere la registrazione come marchio del famoso mattoncino. La Lego aveva chiesto nel 1996 la registrazione come marchio comunitario del suo mattoncino, al fine di impedire ai concorrenti di commercializzare prodotti simili nell’Unione Europea. La richiesta, presentata all’UAMI, era sfociata nella registrazione ma subito dopo, in seguito al ricorso depositato da un concorrente, ne venne disposto l’annullamento. Continua

Riconosciuto il diritto d’autore degli editori anche su Internet: il Tribunale di Roma ordina a YouTube di rimuovere tutto il materiale relativo al “Grande Fratello”

Nel Luglio 2008 Mediaset, l’azienda italiana del gruppo Fininvest, si era rivolta al Tribunale di Roma chiedendo che fosse rispettato integralmente il diritto d’autore delle proprie trasmissioni, con la conseguente rimozione dai due portali Internet di proprietà della società statunitense Google Inc. (principalmente nota per il suo motore di ricerca “Google”) “Google Video” e “YouTube” – quest’ultimo il più noto sito web di condivisione di video on-line al mondo, acquistato da Google Inc. alla fine del 2006 – di tutti i filmati caricati dagli utenti dei siti web in questione senza l’autorizzazione di Mediaset.

Continua

Tutela dei nomi di persona nell’ ambito della procedura internazionale di riassegnazione dei nomi di dominio

Nel 2009 Jonathan Ive, “Senior Vice President of Industrial Design” di Apple, noto come il principale progettista di iMac, Apple iBook, iPod e iPhone (articoli ben noti ed ampiamente usati nella società di oggi), ha presentato un ricorso dinanzi al WIPO Arbitration and Mediation Center contro l’inglese Harry Jones per ottenere il trasferimento a suo favore di alcuni nomi di dominio identici al proprio nome di persona, compreso il nome abbreviato “Jony” con il quale il ricorrente è altrettanto noto. Continua

Internet:nasce il dominio “.post” riservato al settore postale mondiale

L’11 dicembre 2009, dopo lunghe trattative in merito, ICANN, l’Organizzazione internazionale che assegna e coordina gli indirizzi Internet a livello mondiale, e UPU, l’Unione Postale Universale, Agenzia Specializzata delle Nazioni Unite per la cooperazione e lo sviluppo nel settore postale, hanno firmato a Ginevra un Accordo per la creazione del dominio di primo livello “.post” riservato ai gestori di servizi postali. Continua

Norme definitive in materia di “Made in Italy e prodotti interamente italiani”

Nella Gazzetta Ufficiale n. 274 del 24 novembre 2009 è pubblicata la Legge 20 novembre 2009 n. 166 Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 25 settembre 2009, n.135 recante Disposizioni urgenti per l’attuazione di obblighi comunitari e per l’esecuzione di sentenze della Corte di Giustizia delle Comunità europee.

L’articolo 16 della presente legge di conversione aggiunge il comma 8-bis al corrispondente articolo del citato decreto-legge 135/09, che aveva introdotto nel nostro ordinamento nuove norme in materia di “Made in Italy e prodotti interamente italiani”, divenute ad oggi definitive.

Ecco la disciplina attuale:

Continua